top of page

[Un nuovo anno] Dove sarai tra dodici mesi?




Indice



Come definire un obiettivo

Chi fa impresa sa che pur vivendo in tempi mutevoli è impossibile raggiungere risultati senza averli scelti e aver organizzato un programma.

Per tracciare una rotta è necessario conoscere il punto di partenza e il punto di arrivo. Per essere consapevoli del primo, la settimana scorsa abbiamo analizzato l’anno passato.

Oggi guarderemo al futuro e a ciò che vuoi raggiungere nei prossimi dodici mesi. Il miglior modo per scrivere degli obiettivi, soprattutto quelli per un periodo così importante come un anno, è utilizzare un metodo detto S.M.A.R.T.E.R., vediamolo insieme:

  • S: sta per SPECIFICO: è fondamentale per te capire se hai raggiunto o meno l’obiettivo, perciò più è chiaro, più potrai sapere, senza dubbio, se hai centrato il tuo risultato. Imparare una lingua è poco specifico, a quale livello vuoi impararla? Superare l’esame A1 IELTS è qualcosa di più determinato.

  • M: sta per MISURABILE: tanto, poco, molto sono concetti opinabili. Incrementare il fatturato del 15%, ridurre i costi del 7%, partecipare a 1 evento di networking al mese: esprimere il tuo obiettivo in questo modo ti permette di capire quando lo hai raggiunto ed è utile per costruire la strategia per raggiungerlo.

  • A: sta per AZIONABILE: costruire più relazioni è nuovamente un concetto che difficilmente puoi confermare sia raggiunto o meno, in quanto costruirne anche solo una in più vorrebbe dire avercela fatta, era veramente quello il tuo obiettivo? Poi, cosa intendi per “costruire”? Pranzare due volte a settimana con persone appartenenti alla tua sfera professionale è un’azione determinata che puoi inserire in agenda.

  • R: sta per REALISTICO: porti degli obiettivi serve per migliorare la qualità della tua vita. Va bene che siano stimolanti e che ti buttino fuori dalla tua zona di comfort. Allo stesso tempo è importante che siano realmente in linea con te e con ciò che vuoi! Fatturare 1 milione di euro è un bell’obiettivo, per farlo hai bisogno di una struttura organizzata, di apprendere nuove competenze. È il momento giusto per tutto questo nella tua vita?

  • T: sta per TEMPORALE: lavorando sui prossimi dodici mesi in un certo senso questo punto è già determinato. Se invece decidi di scrivere alcuni obiettivi a più lungo termine, indica entro quando vuoi realizzarli.

  • E: sta per EMOZIONANTE: gli obiettivi ti accompagneranno per il prossimo anno e dovranno essere motivanti, dovrai aver voglia di raggiungerli, sarai consapevole che nel momento della riuscita per te sarà un grande giorno.

  • R: sta per RILEVANTE: perché rispetti questo punto è necessario che sia in linea con le tue aspirazioni e i tuoi desideri. Che faccia la differenza per te.

Quale tipo di obiettivo

Questo modo di declinare i tuoi obiettivi ti aiuterà a renderli speciali e a spingerti nella loro direzione. Ricorda che possono essere di due tipi:

  • Traguardo: è il genere più comune a cui si pensa. Si tratta di definire un punto che vogliamo raggiungere. Parlando della tua attività può essere una cifra specifica che vuoi guadagnare, un fatturato da centrare, un nuovo servizio da creare.

  • Abitudine: spesso scordiamo che alla base di grandi successi ci sono abitudini ferree, ti invito quindi a inserire qualche abitudine che vuoi acquisire tra gli obiettivi che vuoi raggiungere. Sento spesso le persone affermare che vorrebbero dedicare più tempo alla formazione. Un obiettivo per te può essere investire del tempo specifico in ciascuna settimana, così da creare una consuetudine.

5 obiettivi per il 2023

Nella tappa di oggi ti chiedo di definire 5 obiettivi (in modo S.M.A.R.T.E.R.) che vuoi raggiungere nel 2023: scrivi i cinque grandiosi avvenimenti che devono succedere nei prossimi dodici mesi affinché questo sia il miglior anno di sempre per te.

So che “grandiosi avvenimenti” e “miglior anno di sempre” forse sono termini iperbolici, eppure perché sognare in piccolo? Nelle prossime settimane lavoreremo alla progettazione, oggi lasciati andare e scegli dei momenti memorabili.

Puoi scegliere obiettivi personali e di business, il mio consiglio è di sceglierne 5 che riguardino la tua attività e tutti quelli che vuoi per l’aspetto personale.

Come scrivere i tuoi obiettivi

Il modo migliore per scrivere gli obiettivi è comporli in due momenti:

  • Compila il modello S.M.A.R.T.E.R. inserendo poche parole per ciascun punto così da sapere che l’obiettivo rispetta quel criterio.

  • Descrivi il momento in cui raggiungerai quell’obiettivo, le emozioni che proverai, le persone che saranno con te, chi ti ha aiutato a raggiungerlo, chi ti ha scelto.

Puoi scegliere gli obiettivi che vuoi, poiché sono una consulente in marketing relazionale ti offro alcuni spunti per seguire questo percorso.

Il marketing relazionale è la scelta di espandere la tua attività facendo crescere le relazioni, coltivando le alleanze, appassionando i collaboratori. Ormai è chiaro che il mondo è globale e tutte le persone sono interconnesse. Se vuoi far crescere e prosperare la tua attività è impensabile riuscirci da sola.


Perché scrivere a mano

Ti consiglio di fare gli esercizi scrivendo a mano. Ci sono molti studi scientifici che dimostrano che la scrittura a mano coinvolge e stimola aree cerebrali più vaste rispetto alla digitazione al computer.

Scrivere a mano è stancante, soprattutto se non sei abituata a farlo. Questo ti spinge a pensare e selezionare meglio le informazioni. Inoltre aiuta la memoria e in questo particolare caso, l’intento è quello di iniziare un lavoro che ti accompagnerà per i prossimi dodici mesi.

Puoi scegliere un quaderno, un’agenda oppure ho preparato per te un workbook che ho riservato alle persone iscritte alla mia newsletter. Tieni il supporto su cui hai deciso di scrivere, a portata di mano durante l’intera settimana. In questo modo potrai annotare sia le risposte sia le idee che ti verranno in qualunque momento.





La scorsa settimana ho deciso di condividere le mie risposte sul mio profilo Instagram @allearsipercrescere e alcune persone hanno partecipato raccontando alcuni momenti dell’anno passato. Questa settimana è più difficile: esporre i tuoi obiettivi è rendersi vulnerabile e, allo stesso tempo, prendere un impegno pubblico.

Se decidi di farlo, taggami. Se invece vuoi condividerli solo con me, scrivimi a barbara@ilmarketingrelazionale.it. Leggerò e ti risponderò!


7 visualizzazioni0 commenti

コメント


bottom of page