Gestione del tempoMarketing relazionaleSuccesso

[Un nuovo anno] Dove sarai tra dodici mesi

Pubblicato il

La settimana scorsa abbiamo iniziato analizzando l’anno trascorso. D’altra parte è impensabile progettare nuovi obiettivi senza essere consapevoli di cosa si è raggiunto e qual è il punto di partenza.

Oggi guarderemo al futuro e a ciò che vuoi raggiungere nei prossimi dodici mesi.

Il miglior modo per scrivere degli obiettivi, soprattutto quelli per un periodo così importante come un anno, è utilizzare un metodo detto S.M.A.R.T.E.R., vediamolo insieme:

  • S: sta per SPECIFICO:

è fondamentale per te capire se hai raggiunto o meno l’obiettivo, perciò più è chiaro, più potrai sapere, senza dubbio, se hai centrato il tuo risultato. Imparare una lingua è poco specifico, a quale livello vuoi impararla? Superare l’esame A1 IELTS è qualcosa di più determinato.

  • M: sta per MISURABILE:

tanto, poco, molto sono concetti opinabili. Incrementare il fatturato del 15%, ridurre i costi del 7%, partecipare a 1 evento di networking al mese: esprimere il tuo obiettivo in questo modo ti permette sia di capire quando lo hai raggiunto e, soprattutto, è utile per costruire la strategia per raggiungerlo.

  • A: sta per AZIONABILE:

costruire più relazioni è nuovamente un concetto che difficilmente puoi confermare sia raggiunto o meno, in quanto costruirne anche solo una in più vorrebbe dire avercela fatta, era veramente quello il tuo obiettivo? Poi, cosa intendi per “costruire”? Pranzare due volte a settimana con persone appartenenti alla tua sfera professionale è un’azione determinata che puoi inserire in agenda.

  • R: sta per RISCHIOSO:

porti degli obiettivi serve per migliorare la qualità della tua vita, quindi devono essere stimolanti, buttarti fuori dalla tua zona di comfort! Compiere le stesse azioni di sempre ti tiene nello stesso posto di sempre.

  • T: sta per TEMPORALE:

lavorando sui prossimi dodici mesi in un certo senso questo punto è già stabilito.

  • E: sta per EMOZIONANTE:

gli obiettivi ti accompagneranno per il prossimo anno e dovranno essere motivanti, dovrai aver voglia di raggiungerli, sarai consapevole che nel momento della riuscita per te sarà un grande giorno.

  • R: sta per RILEVANTE:

perché rispetti questo punto è necessario che sia in linea con le tue aspirazioni e i tuoi desideri.

Questo modo di declinare i tuoi obiettivi ti aiuterà a renderli speciali e a spingerti nella loro direzione. Ricorda che possono essere di due tipi:

  1. Traguardo: è il genere a cui siamo più abituati a pensare. Un punto che vogliamo raggiungere.
  2. Abitudine: spesso scordiamo che alla base di grandi successi ci sono abitudini ferree, ti invito quindi anche a inserire qualche abitudine che vuoi acquisire tra gli obiettivi che vuoi raggiungere.

Ora prendi il tuo quaderno e scrivi i cinque grandiosi avvenimenti che devono succedere nei prossimi dodici mesi affinché questo sia il miglior anno di sempre per te.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *