Post

Essere unici

Queste sono giornate rallentate, la possibilità di un ponte così lungo era molti anni che mancava, e anche se lavori, molto del trambusto che ti circonda ogni giorno è ridotto,  quindi ti propongo di investire un po’ del tuo tempo nel riflettere su te e la tua azienda o professione.

Esercizio: prenditi qualche minuto e scrivi cosa ti rende differente dai tuoi concorrenti.

Bene, ora rileggi ciò che hai scritto e applica l’esercizio del ciabattino. Si tratta di prendere ogni tua affermazione e provare ad applicarla a un ciabattino, con grande rispetto per il suo lavoro, eppure di sicuro molto distante da ciò che fai tu.

Ti faccio un esempio:

  • la mia azienda esiste da tot anni: bene, anche un ciabattino può dirlo, quindi com’è identificativa esattamente di te?
  • noi siamo al servizio del cliente: ottimo, trovami qualcuno che affermi di voler fregare il cliente.

Sono sicura tu abbia compreso dove voglio andare a parare. A meno che tu non sia leader del tuo mercato, hai due problemi: il primo è che ti sembra di avere nulla che ti distingua realmente, il secondo è che raramente sei nella situazione di avere le risorse per sfidare seriamente tutti gli altri giocatori.

Appare chiaro che le tue armi siano da identificare tra ciò che già ti appartiene.

Il primo bene della tua azienda sei tu e la tua azienda, grande o piccola che sia, è lo specchio di te.

Nelle settimane precedenti abbiamo parlato di cambiamento e questa predisposizione è fondamentale per guardarti dentro. Cosa ti ha spinto a fare ciò che fai? Quale tuo bisogno, a parte quello economico, soddisfa la tua azienda? La professione che hai scelto, come ti rende felice?

Ci sono molte domande che come imprenditore tendi a eludere, in realtà sai esattamente quali questioni dovresti porti, solo che spesso hai timore delle risposte. Eppure solo questi riscontri possono essere la base su cui costruire un nuovo messaggio aziendale che davvero sia unico, perché tu sei unico, la tua storia, ciò che ti ha portato qui e il bisogno che ti ha spinto verso il tuo lavoro sono unici. Quando lo comprendi, allora capisci qual è la strada da seguire.

Nella nostra esperienza con gli imprenditori ci è successo di far nascere dei dubbi ai nostri clienti, guardarsi dentro è sempre impegnativo, eppure la fenice per rinascere più bella di prima ha bisogno di bruciare.

Il cambiamento passa anche da continuare sulla stessa strada armati di consapevolezza e dell’essersi veramente riconosciuti in ciò che si fa, dal riscoprire la passione che supera le difficoltà contro cui un qualunque imprenditore d’oggi deve scontrarsi, dal capire che attorno a sé ci sono persone in grado di condividere la tua visione e disponibili a fare un pezzo di strada insieme a te.

Riconoscersi è il primo passo per costruire il futuro.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *